Guida alla fornitura di protesi/ortesi/ausilii

Per ottenere una fornitura di protesi, sia la prima per neo amputati o una fornitura successiva, è necessario seguire una procedura ben precisa:

  • Scheda Progetto
  • Prescrizione medico-specialistica
  • Preventivo
  • Autorizzazione
  • Costruzione - Fornitura del presidio
  • Collaudo


  1. Innanzitutto l'officina ortopedica ha il compito di redigere la scheda progetto. Il progetto protesi viene redatto dall’officina ortopedica in base alla prescrizione medica e deve contenere i codici del Nomenclatore Tariffario delle protesi che identificano il prodotto definitivo. Tale progetto protesi deve venire avallato e firmato dal medico che ha redatto la precedente prescrizione; Cad Ortopedia si premurerà di inviare e ricevere tale progetto firmato e timbrato. Siamo a consigliare una visita preventiva presso di noi per poter stilare la scheda progetto da sottoporre al benestare del medico. L'assistito deve prendere un appuntamento con un medico prescrittore e recarvisi con la scheda progetto. La prescrizione deve essere redatta da un medico specialista del Servizio Sanitario Nazionale, dipendente convenzionato, competente per tipologia di menomazione o disabilità (ortopedico, fisiatra o chirurgo), su apposito modulo regionale. In alternativa può essere accettata anche una prescrizione redatta da un medico specialista di una struttura privata purché sia accreditata. [se sei medico prescrittore clicca qui]
  2. Una volta approvato il progetto, e consegnata la prescrizione all'officina ortopedica di propria scelta, si apre la pratica del preventivo. Tale documentazione deve essere portata alla AUSL di competenza (suggeriamo caldamente di recarvisi di persona per evitare allungamento dei tempi di fornitura), che ha il compito di controllare la congruità e la correttezza dei codici riferendosi solamente al Nomenclatore Tariffario. Confermata la congruità del preventivo, viene rilasciata un'Autorizzazione, che deve essere portata al laboratorio ortopedico che svolgerà progettazione e creazione dell'ausilio/ortesi o della protesi, di modo che la fase di realizzazione possa iniziare.
  3. A Presidio consegnato, è obbligatorio entro venti giorni eseguire il collaudo dal medico prescrittore che si premurerà di controllarne la conformità al progetto. In caso di esito positivo al collaudo, il documento firmato dallo specialista deve essere riportato all’officina ortopedica. In caso di esito negativo al collaudo, lo specialista è tenuto a fornire una descrizione dettagliata delle modifiche da apportare al presidio, da portare all’officina ortopedica per la realizzazione di tali modifiche. A modificazioni attuate, il presidio dovrà essere sottoposto ad ulteriore prova di collaudo.